toro-bfc-photo foto Schicchi

Il Tosco l’ha vista così: Torino – Bologna Fc 1-1

Il Bologna si presenta più guardingo del solito,
usando i primi minuti di gioco nel tentare di intuire
se la condizione atletica potrà reggere per tutti i
novanta minuti, stante la situazione infortuni e relativa
‘spremitura’ dei superstiti in questo lungo autunno: ne
viene fuori una prestazione inizialmente più accorta
del solito, l’assetto più basso, due linee da quattro
corte e strette e più densità in zona palla.

domi bfc 1909

Il Tosco l’ha vista così: Spezia Bologna 2-2

Mai come stavolta Mihajlovic e il suo staff hanno dovuto lavorare sodo per tenere sempre sul campo un assetto in grado di contrastare un avversario modesto di qualità individuali ma molto tonico fisicamente.
I liguri con il solito 4 3 3 scolastico ma dinamico e aggressivo, hanno sporcato il tentativo di far gioco dei rossoblu ( 19 falli sono una enormità ), i quali a fatica, hanno retto il confronto fisico , mettendo però sul terreno di gioco più possesso palla 54% e meno errori di palleggio 77% contro il 66% degli avversari, tirando 9 volte contro 7 totali, in porta 5 contro 4.

Bologna roma - pietro bertea

Il Tosco l’ha vista così: Bologna – Roma 1-5

Un Bologna agonizzante lancia segnali inquietanti solo in sala stampa attraverso le solite parole di Mihajlovic, il quale non si considera responsabile dello scempio visto nei primi 45 minuti.

Questa è la cronaca di un pomeriggio che mai mi sarei aspettato di vedere: una squadra che tracolla sotto ogni punto di vista, motivazionale, fisico, tattico e tecnico ed il suo allenatore che l’ abbandona.

Bologna crotone 1-0 getty Images

Il Tosco l’ha vista così: Bologna Crotone 1-0

Un bel cross di sinistro di Barrow per lo stacco (!) di Sansone che impegna Cordaz, doppio tap-in prima di Palacio (traversa), poi di Soriano (l’uomo col gol addosso, quinta rete, proiezione più di 20, scriverebbero alcuni buontemponi), ammazzano un Crotone che nella ripresa non riesce a replicare quel discreto primo tempo, nel quale aveva certamente fatto qualcosa in più del Bologna.

Samp Bologna lapresse

Il Tosco l’ha vista così: Sampdoria Bologna 1-2

Quando la buonasorte decide che tocca un po’ anche a te allora e solo allora i conti tornano: l’autogol di Regini allo scadere della prima frazione e la palla ricevuta da Barrow, di pochi centimetri in gioco come da controllo in sala Var, con successivo cross per l’inzuccata di Orsolini, “condizionano” finalmente una gara che si stava incanalando sui soliti binari, quelli cioè di un Bologna che gioca mediamente meglio di quasi tutti gli aversari, ma che raccoglie poco, in base a quanto prodotto.