bologna - salernitana 3-2 2

Il Tosco l’ha vista così: Bologna – Salernitana 3-2

La classica partita disseminata di polpette avvelenate: la neo promossa che si presenta col carico di entusiasmo e tifosi al seguito, un rigore contro con relativa espulsione trovato più dai RIS che non dal VAR, il raddoppio degli ospiti figlio della solita fase difensiva approssimativa con relativa indecisione del portiere che dentro l’area piccola non intercetta il cross e dulcis in fundo, finale in inferiorità numerica per la solita scriteriata espulsione, di un calciatore che non riesce a controllare le proprie pulsioni emotive.

udinese bologna 1-1

Il Tosco l’ha vista così: Udinese – Bologna 1-1

Credo abbia fatto bene, Mihajlovic, a riproporre Soriano in mediana e Vignato sottopunta: la possibile uscita di Svanberg nel prossimo calciomercato, vedrà il centrocampo della prossima stagione formato dai calciatori già presenti in rosa ed insieme a Dominguez quando rientrerà, l’unico che può ricoprire quella posizione è proprio Soriano, a meno di un inaspettato “recupero” di Poli o Medel oppure dell’improbabile lancio definitivo di Baldursson.

atalanta bologna 5-0 schouten

Il Tosco l’ha vista così: Atalanta – Bologna 5-0

Partite come quella di ieri sera danno la possibilità a chicchessia di proferire qualsiasi cosa che gli passa per la testa e avere, paradossalmente ragione: la colpa, perché per alcuni è  necessario trovare dei colpevoli è del presidente, che non è abbastanza ambizioso e non mette la pilla necessaria per scalare posizioni in classifica, oppure dei dirigenti, incapaci di replicare un modello virtuoso come quello dell’Atalanta e ancora dell’allenatore, che non sa dare le motivazioni ai giocatori o di quest’ultimi, che sono delle mezze pippe senza attributi.

bologna spezia 4-1 (2)

Il Tosco l’ha vista così: Bologna Fc – Spezia 4-1

Paga più l’integralismo o l’elasticità?

La domanda è naturalmente retorica visto che nel calcio non esistono verità assolute ma così come il Bologna contro la Roma ha subito il gol di Mayoral per l’integralismo del suo modo di difendere a uomo, lasciando “solo” Danilo, così lo Spezia ha abusato delle marcature “preventive” e della difesa alta, quando era evidente che i difensori liguri faticavano a tenere nell’uno contro uno soprattutto Palacio e Soriano: ogni volta che i due calciatori rossoblu entravano in possesso di palla per gli avversari erano guai veri: marcare di reparto sarebbe stato più logico per assorbire meglio gli attacchi del Bologna.