bologna-verona-esultanza

Il Tosco l’ha vista così: Bologna-Hellas Verona 1-1

Qualche gentile lettore, durante la scorsa stagione, ha sottolineato come fossero più interessanti le mie considerazioni tecnico-tattiche piuttosto che le critiche che portavo alla ‘svolta ideologica’ del gioco di Mihajlovic. Credo che oggi si possa capire meglio quali fossero le mie intenzioni: avevo intravisto, anche quando una parvenza di risultati sembrava sorridere alla squadra, che la proposta calcistica fosse non solo modesta ma addirittura povera, nonostante la tanto acclamata punta da «non ci vuole un ingegnere nucleare».

Bologna-Cosenza 1-0, la cronaca di Leo Bosello

Al Dall’Ara un buon Bologna batte il Cosenza per 1-0 grazie ad una splendida conclusione da fuori di Nicola Sansone, dopo i tanti tentativi neutralizzati dal portiere Matosevic. La formazione di Sinisa Mihajlovic guadagna così il pass per i sedicesimi di finale di Coppa Italia, dove affronterà il Cagliari. LE FORMAZIONI Sinisa Mihajlovic sorprende e…

genoa bologna

Il Tosco l’ha vista così: Genoa-Bologna 0-1

Interessante per vedere contro i ‘grandi’ alcuni dei nostri ‘cinni’, la partita del Ferraris è stata tutto sommato gradevole: poteva concludersi con alcune marcature in più da entrambe le parti, così da renderla più avvincente, ma comunque portiamo a casa tre punti che consolidano una stagione sempre lontano dalla zona retrocessione. E considerando chi ci è cascato dentro quest’anno (Genoa e Cagliari) e negli anni passati (Torino, Fiorentina, Udinese e Sampdoria, mi tengo stretto gli ultimi campionati, da molti definiti ‘noiosi’.

bologna inter 2-1

Il Tosco l’ha vista così: Bologna – Inter 2-1

Il piano partita del Bologna è stato quello di destrutturare la manovra dell’Inter alla fonte attraverso il controllo e la schermatura di Brozovic: questo accorgimento ha spento, in parte, la verticalità immediata del gioco di Inzaghi diretto sulle punte, così come l’alternativa dell’innesco degli interni Barella e Chalanoglu, l’altra arma della manovra dei nerazzurri; la mancanza poi di Dzeko per scelta tattica, non ha permesso la terza via di gioco spesso letale dei nerazzurri, cioè lo svuotamento dell’area dell’attaccante bosniaco che attira a se la linea difensiva avversaria per favorire l’ingresso alle sue spalle di Dunfries: questioni di scelte.

bologna udinese 2-2

Il Tosco l’ha vista così: Bologna – Udinese 2-2

Prestazione decorosa del Bologna che, pur con tante assenze è riuscito a mettere in campo un undici senza stravolgimenti tattici alla faccia della rosa corta: non sono molte le squadre che senza sette giocatori non debbano adattare qualche calciatore in ruoli non congeniali, invece i rossoblu, hanno potuto assorbire le tante assenze con i primi undici nei loro ruoli naturali, compreso la mediana che era precisamente quella del girone di andata e degli ormai famigerati 27 punti: De Silvestri Soriano Dominguez Svanberg e Hickey, da destra a sinistra, insieme a uno tra Barrow e Orsolini ed a Theate, ieri costituivano sette decimi dei giocatori di corsa del girone di andata quindi, ricordare ogni tanto che questa rosa non è poi così costruita male, serve per ridare dignità a chi è stato ingiuriato solo perché così va il mondo poi, porte aperte a Sartori per carità!

Bologna-Udinese 2-2, la cronaca di Leo Bosello

Al Dall’Ara, dopo novanta minuti piacevoli ed intensi, Bologna ed Udinese si dividono la posta, chiudendo il match sul 2-2, frutto delle reti di Hickey e Sansone nei rossoblù e di Udogie e Success nei bianconeri.  Le formazioni Sinisa Mihajlovic, per via delle tante assenze, cambia molto nel classico 3-5-2 del Bologna a partire dalla porta, dove Bardi fa il suo esordio stagionale, dietro alla linea…

Juventus Bologna 1-1

Il Tosco l’ha vista così: Juventus – Bologna 1-1

Come ebbi a scrivere dopo la partita contro il Milan, il Bologna di quest’anno, si trova maggiormente a proprio agio contro squadre un po’ pigre e che pensano di poter fare la partita quando credono: è successo anche contro la Lazio e la Roma durante il girone di andata.
I rossoblu quando trovano porzioni di campo libere, meno intasate nella prima costruzione, riescono a far (ri)partire meglio la manovra, utilizzando un palleggio controllato e salendo di squadra, così da attivare le marcature preventive per rallentare, nel caso, le ripartenze avversarie.